Assemblea Nazionale a Loano

26 ottobre 2012

foto_001

Grande partecipazione all’Assemblea Nazionale UNPLI che si è svolta a Loano (SV), ospitata dall’UNPLI Liguria, lo scorso 19, 20 e 21 ottobre. Quasi 700 persone, tra accompagnatori e delegati, hanno voluto essere presenti per rinnovare il Presidente Nazionale e i componenti dei Probiviri e Revisori dei Conti nazionali. Molto frequentato anche il desk informativo del progetto TDA Tradizione Devozione Ambizione.

L’ “Evoluzione Pro Loco”, questo il titolo scelto per la tre giorni di lavori assembleari, ha avuto l’adesione del Presidente della Repubblica e l’Alto patrocinio di Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Ministero del Turismo, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero per i beni e le Attività Culturali.

Il “Made in UNPLI” fa ancora centro: ottima affluenza in assemblea non solo per partecipare all’elezione conclusiva, ma anche per assistere agli interventi dei relatori e del rieletto Presidente Nazionale Claudio Nardocci. Nardocci ha definito le 6000 pro loco italiane piccole imprese turistiche; un movimento a disposizione della cultura e del turismo popolare del territorio: quello che adesso è protagonista del grande turismo del fine settimana che va alla ricerca dei borghi, dei sapori, delle tradizioni e del folklore. Per noi – ha affermato – è un grande momento di crescita, ma adesso il turismo italiano, quello tradizionale e convenzionale, deve riconoscere sempre di più, al mondo UNPLI, questa nostra diffusione capillare”.

Di seguito ci sono stati gli interventi dei rappresentanti Pro Loco che hanno portato la loro esperienza vissuta, quindi è stata la volta della premiazione dei fondatori dell’UNPLI: nata infatti nel 1962, anche a Loano l’Unione Nazionale ha festeggiato i suoi primi 50 anni, dopo gli eventi celebrativi di Gallipoli e Roma. Un altro importante momento è stato la consegna del riconoscimento alle Pro Loco centenarie di tutta Italia, accompagnato da una solenne premiazione, e la sottoscrizione dell’accordo UNPLI–Poste Italiane siglato tra il Presidente Nardocci e il delegato di Poste Italiane.

panoramica_9636_1024x768

Si è parlato di rinnovamento e qualità del mondo UNPLI, di evoluzione e “circolarità virtuosa”,argomenti principali durante i lavori assembleari. Temi trattati anche da due massimi esperti del turismo: Joseph Ejarque e Giancarlo Dall’Ara, che hanno voluto far comprendere alle Pro loco che è necessario raccogliere la sfida del cambiamento per non scomparire dalla scena turistica nazionale. Un ruolo, questo, che le Pro loco italiane hanno sempre ricoperto fin dalla nascita, valorizzando non solo territori, bensì tradizione, folklore e cultura autoctoni come grande valore aggiunto.

I primi risultati di rinnovamento e crescita di qualità si stanno ottenendo grazie all’accreditamento dell’UNPLI presso il Comitato Intergovernativo Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, che nei prossimi mesi darà vita a due grandi progetti nazionali in collaborazione con la Confcooperative, per la custodia e la valorizzazione dei beni culturali secondari (musei comunali, siti archeologici) e la vendita dei prodotti tipici di assoluto legame territoriale. Attualmente, l’Unione delle Pro Loco vanta al suo attivo, tra le altre, una preziosa collaborazione con l’Istat e con il Ministero del Welfare per la salvaguardia dei Borghi.

In 50 anni molta strada è stata percorsa, molti sono stati i cambiamenti e le evoluzioni. Tanta strada rimane ancora da fare per la più grande associazione italiana di volontariato, ma sarà sempre e solo secondo puro spirito “made in UNPLI”.

Guarda le foto

 

 

 

 


NOTIZIE

riquadri home partners2

EVENTI PRO LOCO

Eventi

ATTIVITA' PRO LOCO

Attività Pro Loco

UNPLI PADOVA

UNPLI Padova

MONDO PRO LOCO

Mondo Pro Loco

COMUNICAZIONE

riquadri home news

SOCIAL NETWORK - NEWSLETTER

SOCIAL NETWORK - NEWSLETTER

provinciavenetocomitato proloco